Area 3 - Emergenze

Lavoriamo per garantire un’efficace e tempestiva risposta alle emergenze nazionali ed internazionali, attraverso la formazione delle comunità e lo sviluppo di un meccanismo di risposta ai disastri altrettanto efficace e tempestivo.

Emergenze

L’Area Emergenza (Area 3) sin dalla nascita del Comitato di Urbino si è impegnata nel rispondere in maniera tempestiva alle diverse situazioni emergenziali che nel tempo si sono verificate, impiegando personale volontario, mezzi e materiali.

Grazie alla formazione e all’esperienza dei Volontari, abbiamo partecipato alle piccole a grandi emergenze degli ultimi 30 anni dal livello locale a quello internazionale: nel 1993 è stata organizzata una missione in Albania per la ristrutturazione di un ambulatorio sanitario, mentre nel 1999 durante la Guerra del Kosovo abbiamo partecipato alla missione Arcobaleno nel campo profughi in Albania e nel 2003 alla missione in Iraq durante la Guerra del Golfo.

Sul territorio nazionale siamo intervenuti nelle alluvioni che hanno colpito il Piemonte nel 1994 e la città di Senigallia nel 2014. Abbiamo inoltre partecipato attivamente durante gli eventi sismici Umbria-Marche del 1997, l’Aquila nel 2009 e in quelli del Centro-Italia nel 2016.

Nel territorio urbinate abbiamo contribuito a risolvere l’emergenza neve durante “Il Nevone di Urbino” del febbraio 2012, distribuendo viveri e medicinali alle persone rimaste isolate e mettendo a disposizione della Centrale Operativa 118 equipaggi e mezzi 4×4 abilitati all’emergenza sanitaria. In occasione dell’incendio che ha colpito le Cesane abbiamo prestato servizio notturno di sorveglianza sul posto.

Non meno importante è l’opera che i Volontari del Comitato di Urbino svolgono durante tutte le manifestazioni programmate a livello nazionale con grande afflusso di persone, a supporto dei Comitati operanti sul territorio.

Oggi l’Area Emergenza di Croce Rossa è inserita nel Piano Nazionale di Protezione Civile ed è per questo che l’obiettivo prioritario dell’Area 3 del Comitato di Urbino è quella di formare il proprio personale con il corso teorico-pratico base (Corso OPEM, Operatore Emergenza), sia per avere Volontari preparati e qualificati in grado di integrarsi nella macchina dei soccorsi in caso di emergenza, sia per permettere loro di frequentare corsi superiori o di specializzazione che vengono organizzati sia a livello regionale che nazionale, quali ad esempio OPSA, CBRN, SMTS.

Ad oggi il Comitato ha a disposizione Volontari con specializzazioni di Se.P (Servizio Psicosociale), Operatori di Sala Operativa e Operatori TLC (Telecomunicazioni).

Attualmente tutti i mezzi del Comitato di Urbino sono a disposizione dell’Area 3 che può attivarli in caso di emergenza. Disponiamo inoltre di tende ministeriali a paleria PI88, di tende pneumatiche in grado di essere installate in brevissimo tempo e di un Camion telonato. La possibilità di collaborare con i comitati limitrofi della Provincia ci permette di avere a disposizione mezzi e materiali diversi a seconda del tipo di emergenza per una risposta il più efficace possibile.

L’organizzazione interna di Area Emergenza è articolata in modo tale da avere personale reperibile h24, 365 giorni l’anno, ma il punto di riferimento a livello locale è il Delegato di Area 3, al quale spetta il coordinamento.

 

Grandi eventi

Eventi a massiccio afflusso. Organizzazione di strutture e servizi sanitari e idonee alle esigenze specifiche dell’evento, nel rispetto delle normative ed in raccordo con gli altri soggetti che operano.

Assistenza sanitaria. Il servizio prevede l’assistenza sanitaria durante manifestazioni sportive, culturali e religiose, anche attraverso l’impiego di mezzi C.R.I.

Preparazione alle emergenze

Informare e formare la popolazione rispetto ai comportamenti da tenere e alle azioni da intraprendere prima, durante e dopo gli eventi calamitosi,  in particolare nelle aree di maggiore criticità.
Specifica attenzione è data alle modalità di mitigazione e di riduzione del rischio.

Risposta all'emergenza

L’intervento è volto a garantire i servizi essenziali per la salute, la nutrizione, l’acqua e l’igienizzazione puntando a ristabilire i meccanismi interni della comunità, oltre che a organizzare e gestire le strutture di accoglienza temporanee.

Garantire una comunicazione efficace tra tutti i soggetti in attività. Assicurare la dotazione di materiali specifici e di equipaggiamenti necessari per un intervento strutturato.

Emergenze in corso

I soccorsi con mezzi e tecniche speciali della Croce Rossa Italiana sono tutti quei soccorsi che vengono effettuati con personale specializzato in condizioni emergenziali di particolare rilievo (ricerca e soccorso di persone disperse e/o scomparse in zone impervie a seguito di eventi atmosferici, evacuazione di persone da edifici, impianti e mezzi di trasporto e il soccorso in acqua).